Tag Archives: Sviluppo

Il dialogo con gli italiani

Il progresso inarrestabile

“Il moto di progresso che caratterizza l’Italia di oggi è peraltro inarrestabile, o che si tratti di elevare socialmente e politicamente ceti troppo a lungo mortificati, o che si tratti di collocare in una posizione nuova campagna e montagna, o che si tratti di rendere giustizia al Mezzogiorno, al quale deve essere consentito di utilizzare senza sprechi (…) le sue risorse umane per una vita, non meno di altre, prospera e civile. Questi obiettivi generali e tra loro coerenti ci proponiamo dunque, facendo del loro efficace perseguimento il banco di prova della validità di un modo democratico di guidare la società e di far vivere lo stato”

(Aldo Moro, Discorso di inaugurazione della Fiera del Levante, Bari, settembre 1967)

Il dialogo con gli italiani

Uno sviluppo maggiore per tutti

“Eppure bisogna che qualcuno rallenti il passo per permettere agli altri di avanzare un po’ di più e di colmare le distanze. Ecco perché dobbiamo talvolta dire ‘no’ a richieste anche legittime ma in fatto incompatibili con l’esigenza dello sviluppo ordinato del paese. Dobbiamo usare la ricchezza di cui disponiamo in modo intelligente e razionale per creare nuova ricchezza. Abbiamo detto dunque ‘no’ e diremo ancora ‘no’ non per disattenzione, ma dando al nostro rifiuto il significato della richiesta indispensabile di qualche temporanea rinuncia per fare una giustizia più vera, per realizzare uno sviluppo maggiore per tutti”.
(Aldo Moro, discorso alla Fiera Nazionale dell’Agricoltura, Foggia, 30 aprile 1966)

Generale

Per la ricerca scientifica non solo risorse, ma più organizzazione e coordinamento

(…) In nessun campo come in quello della ricerca la dovizia dei mezzi non può in nessun modo porre riparo all’inefficienza di strutture organizzative che non sappiano conciliare la necessaria autonomia delle singole attività di ricerca con il coordinamento di tale attività in funzione degli obiettivi stabiliti. Un determinato aumento nel volume di risorse attribuite alla ricerca scientifica può dare un rendimento altissimo di cui altri settori d’impiego del reddito nazionale non sarebbero mai capaci, ma può anche risolversi in dispersione grave di mezzi e soprattutto nella non creazione di questo vitale fattore.

(Aldo Moro, Relazione all’VIII congresso nazionale DC, Napoli 27-31 gennaio 1962)

Capacità valori e significati degli italiani

Non siamo un popolo in decadenza

“Siamo orgogliosi di questa impresa che è il segno della vitalità del popolo italiano e della sua capacità e volontà di lavorare, di svilupparsi, di progredire, allineandosi in ogni campo in una nobile gara non priva di successi, con i popoli più moderni e civili, dell‟Europa e del mondo. (…) Non siamo un popolo in decadenza, quali che siano le difficoltà che stiamo affrontando e superando. E’ la nostra una società viva, che si trasforma, che cerca nuovi equilibri economici, sociali e politici. (…) Ne abbiamo la possibilità e la volontà. Per queste alte finalità, che non sono solo di benessere, ma di crescente libertà e dignità per tutti, sono mobilitate, anche in questo momento, soprattutto in questo momento, le vitali energie e le capacità creatrici del popolo italiano.”
(Aldo Moro, Inaugurazione dell’Autostrada del Sole, 5 ottobre 1964)

La trama popolare della democrazia italiana

Un grande paese moderno e civile

“Questa Italia disordinata e disarmonica è però infinitamente più ricca e viva dell’Italia più o meno bene assestata del passato. Ma questa è solo una piccola consolazione. Perché anche nel crescere e del crescere si può morire. read more »