• Pubblicato il libro "Aldo Moro. Un percorso interpretativo "

    Uscito a novembre, per i tipi della Rubbettino, il libro “Aldo Moro. Un percorso interpretativo”. Il volume, curato da Alfonso Alfonsi e Luciano d’Andrea, include oltre quaranta interventi sulla figura di Aldo Moro, in gran parte inediti, prodotti nell’arco di trent’anni da personalità di primo piano della cultura e della politica e presentati nel contesto di iniziative dell’Accademia Aldo Moro. Leggi tutta la notizia.
  • Incontro di studi "Eredità e attualità del sessantotto "

    L’Associazione culturale nazionale "Giorgio La Pira", con il patrocinio della Fondazione “Giorgio La Pira”, dell'Accademia di studi storici Aldo Moro e dell'Archivio storico Flamigni, organizza un incontro di studi su “Eredità e attualità del sessantotto” che si terrà il 27 ottobre 2018 a Civita Castellana (VT), alle ore 17.00, presso la sala delle Conferenze della Curia Arcivescovile (Piazza Matteotti, 5). Leggi tutta la notizia.
  • "Una società più mossa ed esigente". Aldo Moro il '68"

    L’Accademia di Studi Storici Aldo Moro, in collaborazione con l’Edizione Nazionale delle Opere di Aldo Moro organizzano e promuovono, in occasione del XL anniversario della morte dello statista, l’incontro “Una società più mossa ed esigente” Aldo Moro e il ’68, che si terrà a Roma, il 10 maggio 2018 dalle ore 15.30 alle 18.45 nella Sala Convegni dell’Archivio Storico della Presidenza della Repubblica, Palazzo Sant’Andrea, Via del Quirinale, 30. Leggi tutta la notizia.
  • Convegno internazionale su George L. Mosse in occasione del centenario della nascita

    L’eredità intellettuale dello storico George L. Mosse a cent’anni dalla nascita è al centro di un convegno internazionale “Nationalism and the crisis of liberal democracies. George L. Mosse’s legacy on the centennial of his birth”, che si terrà a Roma il 22-23 marzo 2018. Il convegno è organizzato dal Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Roma Tre e dal George L. Mosse Program in History, presso la sede del Dipartimento, a via G. Chiabrera 199. Scarica il programma.Leggi tutta la notizia.
  • Video del Seminario di New York del 10 novembre 2017

    Il 10 novembre 2017 si è tenuto, presso la New York University, il Seminario “Interdipendenze globali e la crisi della democrazia. La visione di Aldo Moro e l’interpretazione di George L. Mosse”. L’iniziativa è organizzata congiuntamente dall’Accademia di studi storici Aldo Moro, dalla Casa Italiana “Zerilli-Marimò” della New York University, dal George L. Mosse Program in History e dalla Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite. Per vedere il video del seminario, clicca qui: http://www.casaitaliananyu.org/content/seminar-aldo-moro-2017. Leggi tutta la notizia.
  • Incontro di studio su "Aldo Moro costituente "
    L’Associazione culturale nazionale "Giorgio La Pira", con il patrocinio della Fondazione “Giorgio La Pira”, dell'Accademia di studi storici Aldo Moro e dell'Archivio storico Flamigni, organizza un incontro di studi su “Aldo Moro costituente” che si terrà il 25 novembre 2017 a Civita Castellana (VT), alle ore 17:00, presso la sala delle Conferenze della Curia Arcivescovile (Piazza Matteotti, 5). Leggi tutta la notizia.
  • Seminario "Interdipendenze globali e la crisi della democrazia. La visione di Aldo Moro e l'interpretazione di George L. Mosse "
    Il 10 novembre 2017 si terrà, presso la New York University, il Seminario “Interdipendenze globali e la crisi della democrazia. La visione di Aldo Moro e l’interpretazione di George L. Mosse”. L’iniziativa è organizzata congiuntamente dall’Accademia di studi storici Aldo Moro, dalla Casa Italiana “Zerilli-Marimò” della New York University, dal George L. Mosse Program in History e dalla Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite. Per iscriversi, clicca qui: "http://www.casaitaliananyu.org/node/2170". Leggi tutta la notizia.
  • "Immagini di una vita. Una mostra per Aldo Moro"
    Dal 20 settembre è visitabile on-line una mostra articolata in 19 “stanze” virtuali, intitolat“Immagini di una vita. Una mostra per Aldo Moro”. L’allestimento è stato realizzato dalla Fondazione Archivio Flamigni, nell’ambito delle iniziative “Cento anni con Aldo Moro” ed è stato inaugurato il 20 settembre con una cerimonia tenutasi alla Camera dei Deputati. Leggi tutta la notizia.
  • Notizie

    Leggi tutte le iniziative e gli appuntamenti

 

Gruppo di lavoro per la ricerca storiografica su Aldo Moro

Nel corso della preparazione del convegno “Il governo delle società nel XXI secolo”, tenutosi nel 2008, l’Accademia Aldo Moro, in collaborazione con alcuni studiosi di primo piano, ha favorito e sostenuto la costituzione del Gruppo di lavoro per la ricerca storiografica su Aldo Moro, coordinato da Renato Moro (Università Roma Tre), allo scopo di promuovere e sostenere un sistematico impegno degli storici sulla figura e sull’opera dello statista, anche nell’intento di capire più a fondo le dinamiche politiche e sociali del nostro Paese.

L’azione del Gruppo di lavoro si muove su due versanti. Esso intende, innanzitutto, stimolare l’attività di ricerca su Moro, convogliare l’impegno anche di giovani storiografi sulla sua figura e spingere le istituzioni di ricerca e i singoli ricercatori ad aprire specifici filoni di studio in merito.

L’obiettivo è quello di contribuire a produrre un’adeguata “massa critica” di studi e di ricerche che, per differenti motivi (non ultimo, il peso assorbente che ha avuto nel dibattito pubblico il “caso Moro”), si è ancora lontani dal raggiungere. La vicenda umana e politica dello statista è stata, infatti, ancora poco studiata e mancano lavori di base (si pensi che, a tutt’oggi, non sono disponibili, né una cronologia degli avvenimenti, né un catalogo completo delle fonti) che consentino di approdare a un’analisi storiografica matura. In secondo luogo, il Gruppo di lavoro punta a favorire una riflessione sulle strategie di ricerca più efficaci per accostarsi a una figura complessa come quella di Moro. In effetti, egli ha inciso profondamente sulla realtà, non solo attraverso una diretta azione di governo, ma anche per mezzo di una continua attività di natura “cognitiva”, vale a dire intellettuale, culturale, interpretativa, relazionale e perfino simbolica, che, tuttavia, è molto difficile da documentare. Per tale motivo, occorre evitare il ricorso ad approcci storiografici che sottovalutino questi aspetti o che non siano in grado di coglierli appieno.
Il Gruppo di lavoro ha contribuito alla ideazione e alla organizzazione del convegno che si terrà a Roma dal 9 all’11 maggio 2013 intitolato “Studiare Aldo Moro per capire l’Italia”, e alla costituzione del network di ricercatori su Aldo Moro.

Il Comitato del Gruppo di lavoro è attualmente composto da:
Renato Moro (Università degli studi Roma Tre)
Piero Craveri (Università degli studi Suor Orsola Benincasa, Napoli)
Guido Formigoni (Università Iulm, Milano)
Agostino Giovagnoli (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano)
Francesco Malgeri (Università degli studi La Sapienza, Roma)
Alberto Melloni (Università di Modena e Reggio Emilia)
Leopoldo Nuti (Università degli studi Roma Tre)
Paolo Pombeni (Università Alma Mater Studiorum, Bologna)
Maria Salvati (Università Alma Mater Studiorum, Bologna)
Francesco Traniello (Università degli studi, Torino).

Aderiscono al Gruppo di Lavoro:
Paolo Acanfora (Istituto Luigi Sturzo e Università Lumsa di Roma), Donatello Aramini (Università degli studi di Cassino e del Lazio meridionale), Andrea Argenio (Università degli studi Roma Tre), Bruna Bagnato (Università degli studi di Firenze), Stefania Bartoloni (Università degli studi Roma Tre), Duccio Basosi (Università degli studi Ca’ Foscari di Venezia), Stefania Boscato (Università degli studi La Sapienza di Roma), Federica Caciagli (Centro interuniversitario “Machiavelli” per lo studio dei conflitti strutturali della Guerra fredda, Università degli studi Roma Tre), Vera Capperucci (Università Luiss “Guido Carli”), Mirco Carrattieri (Università Alma Mater Studiorum di Bologna), Giovanni Mario Ceci (Usac, Università degli studi della Tuscia e Università degli studi Roma Tre), Massimiliano Cricco (Università degli studi di Urbino “Carlo Bo”), Augusto D’Angelo (Università degli studi di Roma “La Sapienza”), Fulvio De Giorgi (Università degli studi di Modena e Reggio Emilia), Massimo De Giuseppe (Università Iulm di Milano), Laura Fasanaro (Università degli studi Roma Tre), Fiorella Favino (Università degli studi di Firenze), Marilena Gala (Università degli studi Roma Tre), Enrico Galavotti (Fondazione per le Scienze Religiose Giovanni XXIII), Luigi Goglia (Università degli studi Roma Tre), Luigi Guarna (Università degli studi di Torino), Maria Eleonora Guasconi (Università degli studi di Genova), Massimiliano Guderzo (Università degli studi di Firenze), Michele Marchi (Università Alma Mater Studiorum di Bologna), Carla Meneguzzi Rostagni (Università degli studi di Padova), Enrico Palumbo (Università Iulm di Milano), Ilaria Poggiolini (Università degli studi di Pavia), Alessio Ponzio (Università degli studi Roma Tre), Giordana Pulcini (Università degli studi Roma Tre), Federico Ruozzi (Università degli studi di Modena e Reggio Emilia), Anna Scarantino (Università degli studi Roma Tre), Edoardo Sorvillo (Università degli studi Roma Tre), Mattia Toaldo (Università degli studi Roma Tre), Alberto Tonini (Università degli studi di Firenze), Luciano Tosi (Università degli studi di Perugia), Pierluigi Totaro (Università degli studi di Napoli “Federico II”), Paolo Trionfini (Università Alma Mater Studiorum di Bologna), Giorgio Vecchio (Università degli studi di Parma), Alessandro Volterra (Università degli studi Roma Tre), Maurizio Zinni (Università degli studi Roma Tre).

Le fotografie si riferiscono rispettivamente, all'incontro del Comitato del 24 gennaio 2013, all'incontro del 3 aprile 2013, alla riunione del Comitato del 30 novembre 2012 e infine al seminario di studio del 30 novembre 2012.